In questi giorni difficili sdrammatizziamo suggerendovi alcuni film “a tema”

In questi giorni difficili per il nostro paese e per tutto il mondo a causa della diffusione del coronavirus, definita proprio nelle ultime ore una pandemia, noi usiamo il cinema per reagire e provare a superare questi giorni di quarantena e fuggire alla noia e all’ansia.

Così, di seguito, vi ricordiamo 10 film che hanno raccontato storie di virus letali, pericolosi, con le origini più diverse, ma tutti con un lieto fine. In fondo la speranza è l’ultima a morire!

Contagion

Forse nessun film ha ricevuto più attenzione durante l’attuale situazione globale del film Contagion del 2011 di Steven Soderbergh, un film corale di brutale realismo. Matt Damon, Gwyneth Paltrow, Jude Law, Kate Winslet e altri sono presenti in questa inebriante storia di un virus respiratorio in rapida espansione che ha origini in Asia, con il panico e la disinformazione che seguono.

CONTAGION

Virus Letale

Un morso di scimmia ha dato inizio alla fine del mondo. Questo film è stato l’ispirazione parziale per un memorabile primo episodio di Friends – questo thriller del 1995 vanta nel cast Dustin Hoffman, Rene Russo, Morgan Freeman, Kevin Spacey, Cuba Gooding Jr. e Donald Sutherland. In esso, scienziati e funzionari governativi sono alle prese con la diffusione di un virus simile all’ebola dallo Zaire a una piccola città della California.

28 Giorni dopo

Ci sono molte opzioni quando inizi a scavare nel genere zombie. Film horror come Day Of The Dead, commedie horror come Zombieland o L’Alba dei Morti Dementi. Ma se sei dell’umore giusto per qualcosa di brutale, cupo e iperrealista, perché non provare 28 giorni dopo, un classico dell’horror moderno ampiamente apprezzato da pubblico e critica. Rinvigorì il concetto di “zombie veloci” poiché le persone diventavano selvagge e animalesche a causa di un virus devastante.

World War Z

Il romanzo di Max Brooks World War Z è una storia avvincente e profondamente ponderata di un focolaio di zombie, e fa un lavoro fantastico analizzando i modi in cui le singole nazioni potrebbero rispondere in modo diverso a tale crisi. Mentre l’adattamento cinematografico guidato da Brad Pitt con lo stesso nome sacrifica alcune sfumature per un approccio più lineare alla narrazione, ma mantiene la premurosa costruzione del mondo, mostrando come potrebbero essere fattori come i rigidi controlli alle frontiere di Israele o il dominio totale della Corea del Nord sulla sua cittadinanza, impiegato per difendersi da una malattia in rapida diffusione.

TRAIN TO BUSAN

Train to Busan

Il pubblico americano dovrebbe prestare maggiore attenzione a ciò che sta accadendo nel cinema sudcoreano. Prima del successo di Parasite, Train to Busan ha catturato l’attenzione di pubblico e critica; un film terrificante e viscerale, ambientato nei momenti di apertura di un focolaio di zombie, il suo focus è limitato quasi interamente al treno a cui fa riferimento il titolo, dove i passeggeri cercano di difendersi mentre la situazione si trasforma rapidamente intorno a loro.

L’Ultimo Uomo sulla Terra / 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra / Io sono Leggenda

Tre diversi adattamenti dello stesso romanzo classico, Io Sono Leggenda di Richard Matheson, danno la possibilità di vedere come le nozioni della fine del mondo sono cambiate dal 1964 al 1971 al 2007. Mentre 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra è ambientato nel contesto della Guerra Fredda con la paura delle armi biologiche, L’Ultimo Uomo sulla Terra e Io Sono Leggenda si concentrano su focolai non causati dall’uomo. Ognuno ha la propria star protagonista (Vincent Price, Charlton Heston e Will Smith) in un mondo desolato dove potrebbe essere l’unica persona non infetta sopravvissuta.

Resident Evil

Chi sapeva che la fine del mondo avrebbe potuto richiedere così tanto tempo? A partire dal primo Resident Evil del 2002 e procedendo con Resident Evil: Apocalypse (2004), Resident Evil: Extinction (2007), Resident Evil: Afterlife (2010), Resident Evil: Retribution (2012) e infine Resident Evil: The Final Chapter (2016), questo adattamento in corso del popolarissimo franchise di videogiochi vede Milla Jovovich interpretare un agente segreto che combatte contro una società malvagia le cui armi biologiche hanno scatenato un’apocalisse di zombie.

Andromeda

Michael Crichton ha scritto alcune delle più grandi storie di successo tra romanzi e film in circolazione, raggiungendo il picco con il franchise di Jurassic Park che definisce il genere. Il suo primo vero scoppio sul grande schermo, tuttavia, fu questo thriller del 1971 su un microrganismo alieno portato sulla terra da un satellite precipitato. Estremamente mortale, cristallizza il sangue umano in polvere, uccidendo immediatamente le vittime. È una corsa per capire l’organismo prima che possa diffondersi ed estinguere tutta la vita sulla terra.

Bandiera Gialla

Il film noir di Bandiera Gialla del 1950 di Elia Kazan segue un detective di New Orleans nella speranza di prevenire la diffusione di un’epidemia di peste polmonare. Come bonus, puoi vedere Jack Palance nel suo primo ruolo in un film.

The Stand – L’Ombra dello Scorpione

L’epica miniserie del film horror del 1994 sulla lotta dei sopravvissuti all’indomani di un’apocalisse virale ha spaventato un’intera generazione di giovani spettatori, ma in questo momento è facile trovare maschere N95 o disinfettanti per le mani. Un nuovo adattamento del romanzo di Stephen King dovrebbe uscire quest’anno, con un cast di James Marsden, Amber Heard, Greg Kinnear, Whoopi Goldberg e altri. Vedremo cosa verrà fuori.


0 commenti