Il nuovo adattamento da un romanzo di Stephen King non sarà sviluppato molto presto, ma si farà. Mr. Harrigan’s Phone è un racconto che è apparso nella raccolta recentemente pubblicata da King If It Bleeds, e ora sta diventando un film di Netflix. Blumhouse e Ryan Murphy stanno producendo il film per Netflix, con John Lee Hancock, regista di Saving Mr. Banks, per la scrittura e la regia.

Per THR Blumhouse e Ryan Murphy produrranno Mr. Harrigan’s Phone, un nuovo film Netflix dello scrittore-regista John Lee Hancock. Il film è un adattamento del racconto omonimo di Stephen King, presentato nella collezione recentemente pubblicata If It Bleeds. Nella storia un adolescente di nome Craig inizia a fare lavori strani per Mr. Harrigan, un miliardario anziano ed eccentrico che si è trasferito nella piccola città di Craig.

La storia inizia durante il rilascio del primo iPhone e Craig è in grado di acquistarne uno dopo aver vinto un biglietto della lotteria gratta e vinci che ha ricevuto dal signor Harrigan. Craig introduce il vecchio su iPhone e il miliardario è affascinato dalla tecnologia e (correttamente) prevede che l’accesso gratuito alle informazioni disponibili sul telefono avrà delle conseguenze. Craig finisce per comprare a Harrigan un telefono tutto suo, che il vecchio accetta con riluttanza e poi ne diventa ossessionato.

Quando Harrigan muore Craig fa scivolare il telefono nella tasca del morto proprio prima che la sua bara venga chiusa. Più tardi, in vero stile Stephen King, Craig scopre di essere in grado di mandare un sms all’ Harrigan morto e che il morto è in grado di rispondere. Ma la relazione oltre la tomba va oltre la semplice conversazione. Craig scopre di essere in grado di mandare il fantasma di Harrigan nel mondo per cercare vendetta contro coloro che gli hanno fatto del male. Tutto ciò suona molto contorto, e non particolarmente originale: il tema di qualcuno che chiama da oltre la tomba è un dispositivo narrativo molto, molto vecchio, ed è stato persino usato in The Twilight Zone. Ma poiché King è un bravo scrittore e così abile nel costruire i suoi personaggi, la storia sembra fresca e inquietante.

Anche se non ho dubbi che questo materiale possa essere un buon film, non sono del tutto sicuro che John Lee Hancock sia la persona che lo farà. Ma forse Hancock mi sorprenderà e si rivelerà abile nell’orrore. Ryan Murphy e Jason Blum saranno entrambi produttori, con Marci Wiseman e la produzione esecutiva di Jeremy Gold della Blumhouse Television.


0 commenti